Main Page

From VIAWiki

Jump to: navigation, search

VIA - Virtual Italian Academy

Iniziativa e sviluppo di un nuovo network fra accademici e professionisti Italiani in North UK.

Dopo incontri conviviali verso la fine del 2008, Mauro Degli Esposti, Lucio Piccirillo ed altri colleghi Italiani della Universita' di Manchester[1] si sono resi conto che il complesso degli accademici e professionisti Italiani a Manchester e dintorni costituisce una sorta di accademia virtuale. Contrariamente alla grande maggioranza di strutture universitarie ed accademiche italiane, questa accademia virtuale ha una struttura piramidale, poiche' comprende pochi Full professors, una quarantina di Lecturers, circa 60 staff (con molti post-Doc) e piu' di 80 postgraduate students (Master e Ph.D.). Una correzione della struttura accademica italiana e' ora previsto nella Riforma Gelmini, diventata legge il 23 dicembre 2010.

Spontaneamente e' quindi nata l'iniziativa di ritrovarsi in un Primo incontro-dibattito, che il COMITES di Manchester hanno patrocinato grazie all'attivita' di Manuela Costanzo. Lucio, Mauro, Manuela e Silvia Massini hanno contribuito a strutturare questo Primo incontro-dibattito, che si e' svolto presso il Consolato d'Italia[2] a Manchester sabato 31 Gennaio 2009 e ha visto la partecipazione attiva di oltre 40 accademici. All'incontro fu proposto di formare un nuovo network fra Italiani, accademici e professionisti, inizialmente ristretto alla'area della circoscrizione consolare di Manchester. Date le caratteristiche della accademia virtuale a Manchester, si e' posto l'enfasi su una organizzazione 'bottom-up', la piu' neutra ('extra-partes') possibile rispetto a posizioni politiche e basata sullo spirito dell' articolo 9 della costituzione italiana[3]: La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e della ricerca scientifica e tecnica.

Il nome dato a questo nuovo network e' stato VIA (Virtual Italian Academy) per sottolineare l'apertura 'universale' a tutti gli Italiani, in patria e all'estero. Dopo il convegno, una decina dei partecipanti si sono trovati convivialmente insieme per continuare la discussione, facilitata da cibi italiani e l'ottimo vino Epicuro. Si convenne di elaborare un sito web che fungesse da piattaforma di sviluppo, che si e' chiamato VIA-Academy per avere un dominio originale in rete ed un nome identificativo. Via-academy rimane la denominazione piu' conosciuta e ufficiale del network-associazione della VIA. Luca Boscolo ha predisposto e sviluppato il sito web[4], e successivamente Paolo Missier ha elaborato la sua integrazione con VIAWiki, per creare un 'laboratorio' di contenuti e links da usare anche all'esterno della VIA. In nove mesi la VIAWiki si e' arricchita di contenuti ed e' stata visionata, come main page, oltre 60000 volte! Riguardo ai temi della politica universitaria in Italia, i membri fondatori della Via-academy sono molto interessati al processo di valutazione e alla agenzia ANVUR.

La organizzazione della VIA si e' inizialmente basata su una rete ('network') con una centralina (network central) in cui Mauro Degli Esposti ha lavorato da 'ragno' , assistito dagli esperti IT, Luca Boscolo e Paolo Missier. Lucio, Paolo, Luca piu' altre colleghe e colleghi che hanno partecipato all'incontro e/o manifestato attivo interesse alla formazione del network, hanno poi accettato di divenire nodi (node) per disseminare informazioni al resto del network. La comunicazione nodi-centralina non e' pero' risultata molto efficiente, per cui si e' poi deciso, durante e dopo la prima conferenza della VIA, di sperimentare un sistema di comunicazione con mailing list, che ora raccoglie circa 400 persone. Comunicazioni periodiche vengono ora effettuate con messaggi a tutta la mailing list.

Al momento il network VIA contiene nodi in tutte e tre le Università di Manchester [5] [6] [7], più quelle a Liverpool[8], Lancaster [9], Sheffield[10], York [11], Nottingham [12],Warwick [13], ed Exeter [14], con connessioni ad altri istituti accademici in UK: Keele, Leicester, Leeds, Cranfield, Bristol, Cardiff, Oxford e, ultimamente, pure LSE a Londra [15].

L'organizzazione orizzontale della VIA permette un allacciamento con gruppi o istituti che sono interessati, nel resto di UK ed Europa, ad esempio in Olanda con Francesco Cerisoli e Germania con Marcella Brusa ed il gruppo di ricercatori a Monaco [16]. Nell'Aprile del 2010 si e' completato un semplice Statuto della VIA per dare un volto piu' formale alla Via-academy, ora registrata presso il Consolato d'Italia a Manchester.

Personal tools