VIA-Academy
Virtual Italian Academy

29 March 2017
Blog Top ITA Scientists Mission VIA Wiki Contacts About us Login  
 
ITALY in UK
Italian Embassy
Dante Alighieri Association
AIS-UK
MEDIA
Neuvoo
Corriere d'Italia
EDizioni ITaliane
VIA for ALL
English courses for Italians
Activities for children
Italian Kids in Manchester
Corso di cucina Italiana per bambini
Epicuro's corner
Gruppo Epicuro
Mangiar Bene a Manchester

Cosa dicono di noi
29/01/17: Borderline 24
25/05/16: Corriere della Sera
01/12/15: Wired.it
27/11/15: La Reppublica
03/09/13: Il Giornale
09/05/12: Corriere della Sera
17/04/12: GenovaToday
13/04/12: Abruzzo24ore.tv
05/04/12: La Nuova Ferrara
30/03/12: Corriere del Mezzogiorno
22/02/12: Sole 24 Ore
17/02/12: Pesquisa FAPESP
31/12/11: ItaloEuropeo.it
27/12/11: Scienzainrete.it
05/12/11: La Stampa
05/12/11: L'Italiano
27/11/11: La Stampa
27/11/11: ItaloaEuropeo
27/11/11: Italia Chiama Italia
23/11/11: UNIBO Magazine
16/11/11: Repubblica Genova
03/11/11: Scienzainrete.it
05/10/11: Wired
08/09/11: Scienza in Rete
08/09/11: L'ItaloEuropeo
27/07/11: Scienza in Rete
05/07/11: La Stampa
21/06/11: Uni. di Napoli
07/06/11: Uni. di Firenze
03/06/11: L'ItaloEuropeo
03/06/11: New Statesman
29/05/11: La Stampa
27/05/11: Italiani.lu
25/05/11: ScienzainRete.it
17/05/11: La Stampa
13/04/11: Il Sole 24 Ore
04/03/11: Il Democratico
27/01/11: La Stampa
05/01/11: Repubblica
13/12/10: La Stampa  22
07/12/10: Il Sole 24 ORE
03/12/10: La Stampa
30/11/10: Repubblica
08/10/10: La Stampa
05/10/10: Corriere della Sera *
28/09/10: La Stampa
22/09/10: Corriere della Sera 5
14/09/10: Lavoce
30/08/10: La Stampa 14 15
29/07/10: La Stampa
20/07/10: Il Fatto Quotidiano
continua...
Movimento No Euro
Londra Sera
 
16 February 2017
Bandi per la ricerca scientifica in ambito oncologico, promossi dalla Fondazione Guido Berlucchi Onlus.

La Fondazione Guido Berlucchi ha istituito il bando Guido Berlucchi Foundation Career per promuovere l’insediamento e la stabilizzazione di Principal Investigator (PI) di qualunque nazionalità presso alcuni enti di ricerca italiani che hanno aderito all’iniziativa. Il bando è destinato ai ricercatori al di sotto dei quaranta anni che abbiano conseguito un dottorato di ricerca, due anni di esperienza in un Paese diverso da quello in cui hanno ottenuto il loro più alto titolo di studio prima del dottorato e abbiano dieci pubblicazioni di cui almeno tre come primo, ultimo o corresponding autore. Il Progetto di ricerca del PI deve essere in ambito oncologico e di durata quinquennale. Per il 2017 la Fondazione Guido Berlucchi Onlus finanzierà due grant.
 
Il bando e la modulistica per la candidatura sono scaricabili dal sito web della Fondazione Berlucchi: http://www.fondazioneberlucchi.com. La scadenza per la presentazione delle candidature è il 31 Maggio 2017.

Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 162



13 January 2017
Age and scientific impact - towards a census of TIS per age

Evaluating the scientific impact of individuals is, nowadays, like handling a two-hedge sword.

For academic and other positions in which scientific or technology impact is important, the rule of the thumb in UK (and in several other anglo-saxon countries) is: you are as good as your last paper (or patent). This is the age-independent hedge of the sword.

The other hedge of the sword equates, basically, to the h-index, which is a quantitative value that inevitably grows with time for the progressive accumulation of citations. It is thus age-dependent. This is why there are several retired or ‘old’ scientists and scholars among top ranking positions of scientists and scholars per area (TIS).

Therefore, I think it would be very interesting to add to the TIS database the age of the scientists. For this reason I would ask you to send me your year of birth (just the year, no more information needed).

Thanks.

UPDATE: 24/02/2017: Ho appena finito di censire l'eta' di 1,172 TIS, in buona sostanza quelli che hanno risposto a questo post, ecco i risultati suddivisi per fascie:

eta' <35 anni
eta' da 35 a 39 anni
eta' da 40 a 49 anni
eta' da 50 a 59 anni
eta' da 60 a 69 anni
eta' da 70 a 79 anni
eta' >80 anni



Posted by: Luca Boscolo
Comments (0) | Add new Comment
 337



19 December 2016
A proposito di cervelli in fuga, e dei ministri del governo italiano Poletti, altro ministro del governo Gentiloni, dichiara oggi, a proposito dei cervelli in fuga italiani:
"Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi". 
Forse non sarà una semplice coincidenza, ma anche questo ministro, come quello del MIUR, viene da un mondo professionale che mi sembra non abbia  buoni rapporti con quello accademico.  
Quel che mi colpisce, ulterioremente, è che il ministro Poletti viene da Imola come me!
Non credo mi conosca, ma mi sembra una magrissima consolazione. Che conosca altri imolesi emigrati all'estero, alcuni dei quali fan parte dei TIS? 
Non credo ai lapsus in queste situazioni. Che sono invece espressione, mi sa, del profondo e sistematico disprezzo per il mondo della cultura, scienza ed educazione da parte del governo, e della classe politica che domina il paese. O no?


Read more... Posted by: dr. Mauro Degli Esposti
Comments (4) | Add new Comment
 492



12 December 2016
New government, old politics for science and academia...
Unusually rapidly, si e' ora insediato un nuovo governo in Italia, presieduto dall'ex-ministro degli Affari Esteri, Gentiloni. Fra i pochi cambiamenti dal precedente governo Renzi spicca il nuovo ministro del MIUR (Istruzione e Ricerca), Valeria Fedeli. La senatrice Fedeli risulta ben conosciuta per la sua lunga attivita' sindacale e politica. Si apprende dal suo sito personale che ha conseguito una laurea in Scienze Sociali, presso UNSAS di Milano, un istituto di educazione terziaria poco conosciuto, anche se affiliato all'ateneo della Statale di Milano - informazione successivamente rettificata. Quindi si presume che la senatrice Fedeli abbia una limitata conoscenza del mondo accademico e scientifico italiano, contrariamente agli ultimi tre ministri dello stesso dicastero MIUR, tutti rettori di piccoli atenei. Questa discontinuita' potrebbe potenzialmente produrre una ventata di idee  fresche al MIUR. However, la struttura generale del governo Gentiloni riproduce quella del precedente governo Renzi e quindi, molto probabilmente, ne seguira' la deludente esperienza riguardo al mondo scientifico ed accademico, riassunta in un recente articolo su Nature. Io oramai sono molto pessimista, ma voi cosa ne pensate?

19 Dicembre - uno sfogo che va messo in comune

Fra i vari commenti che abbiamo ricevuto riguardo al tema di questo post, mi ha particolarmetne colpito uno sfogo ben articolato di un collega, che penso sia giusto condividere e magari commentare. Lo copio qui sotto come ricevuto.

Niente, non se ne esce :-(( 

La nuova Ministra nominata al MIUR è una sindacalista del settore tessile... Ma dài!
L'Università sembra contare meno di tutto il resto. Davvero, non viene in mente che cosa conti meno dell'Università per questa nostra classe dirigente (?).

E le cattedre da assegnare - con commissioni extra-accademiche (!?) - ai cervelli in fuga? A parte il metodo - che semplicemente non sta né in cielo né in terra! - i nostri "governanti" continuano a (fanno finta di?) ignorare i veri problemi, quelli che appunto fanno fuggire i cervelli

Perseverano: sono diabolici. 

Ma quando li avranno scelti e nominati (speriamo almeno, tutti colleghi di reale valore), e quando essi saranno rientrati dall'estero, e si saranno insediati nelle nostre sedi: come faranno essi a superare il muro di gomma delle nostre burocrazie amministrative, come faranno fronte alla cessazione dei finanziamenti pubblici alla ricerca, alla mancanza di posizioni purchessia per accogliere i giovani migliori e non far fuggire all'estero anche loro (di nuovo) ? 

Verranno a far lezione quelle 3-4 settimane (se va bene), e poi continueranno (comprensibilmente!) a mantenere laboratori e collaboratori all'estero? Eh? E che cosa avremo (avranno) risolto? Ma possibile che nessuno, nessuno dei consulenti esterni strapagati che abbondano nella capitale gli illustri ai nostri politici queste evidenze palmari ? 

Come si spiega tutto ciò? Si racconta ancora da qualcuno la fola, che esisterebbe un mismatch tra le competenze richieste dal nostro mondo produttivo e quelle che fornisce l'Università italiana, antiquata-baronale-nepotista-corrotta ecc. ecc. Dunque siamo soggetti a discredito e diffamazione quotidiani, e dai governi si ripetono nei decenni i soliti atteggiamenti punitivi e insensati...

Ehi, ma però i nostri studenti - quelli che hanno studiato in Italia, preparati da noi docenti baroni-corrotti ecc. - toh! Risultano tra i migliori sulla piazza, e i paesi più avanzati fanno a gara a contenderseli. E' sotto gli occhi di tutto il mondo, e da molti anni ormai! Possibile che questo fatto continui ad essere bellamente ignorato? Da dove origina questo imbambolamento generale? Possibile che dobbiamo continuare a regalare i nostri figli migliori, e proprio ai nostri concorrenti sui mercati internazionali...? Il nostro mondo produttivo non riesce a capire questa cosa? Non offrono posizioni e stipendi adeguati ai laureati, e così facendo secondo loro risparmiano? Ma - si sono bevuti il cervello ?

Tu ti sei fatta un'idea? Esiste qualcuno che ha immaginato spiegazioni, che ha fatto delle ipotesi su quale possa essere mai la ragione di tanta... idiozia ?

Penso che presto dovremo ricorrere - nelle Università - all'unica arma (ok, obsoleta, assai discreditata, tout-court: fuori moda) che abbiamo: lo sciopero degli esami e delle Lauree. 
Smetteremo il lavoro (la parte più visibile). Se - come sono convinti a Roma - le Università non servono alla nazione, allora non se ne accorgerà nessuno, no? Che problema c'è? Perderemmo prestigio? Meno prestigio di quello che abbiamo ora ?

Scusa lo sfogo, siamo tutti esasperati...


Posted by: dr. Mauro Degli Esposti
Comments (8) | Add new Comment
 498



18 November 2016
Meeting of Italian scientists and scholar in Mexico Da tempo oramai l'addetta scientifica della Ambasciata d'Italia in Messico sta organizzando un incontro fra tutti gli accademici Italiani che abitano o lavorano in Messico. Metto sul post l'ultima versone del programma di questo incontro, per la fine di Novembre. Chi di voi passa da Mexico City, o non si trova troppo lontano da questa cittadina (USA?) in quei giorni, venga a partecipare all'incontro! Io portero' la esperienza dellla Via-academy, anche se lavoro in Messico e non ho preso residenza qua (per ora...). Se avete osservazioni e domande su questo incontro, scrivetemi! Saludos
Read more... Posted by: dr. Mauro Degli Esposti
Comments (1) | Add new Comment
 588


 
 
H-Index Calculators
My Citations for Abilitazione Nazionale NOW ACTIVE
Import SCOPUS or ISI file for Abilitazione Nazionale NOW ACTIVE
TIS Reports
Top Italian Scientists
Top Italian Scientists per Area
Top 50 Italian Institutes
Top Uni. of Southern Italy
Top 100 home and abroad
Top BIO/14 Scientists
VIA-Academy.org
Video Presentation
TG Padova
Previous Meetings
16/01/10: Il Ritorno dei Cervelli
21/09/09 Prima Conferenza
31/01/09 Incontro/Dibattito
OPPORTUNITIES
Job Offers
Manchester University
Academic Jobs in UK
LINKS
Ricercatori Precari
ADI
Talenti in Fuga
Universita.it
Osservatorio sulla ricerca
BLOG
Blog
 Search:
 
 ARCHIVE
 
CONTACTS
Contacts
©2009-2017 Via-academy.org - All Rights Reserved